20151207

El Natal - (Il Natale) - Poesia in dialetto comasco




Testo originale, in dialetto comasco:

Pover el mè Natal de adess!
De quand mì s’eri piscinin
tì te see pù nanca l’istess
se vorarien trà via el Bambin
de la paja de la grotta,
senza pù el boeu e el somarell
e tutti i pegorèe in frotta
intorna, sotta on ciel de stell,
a mirà la Madonnetta
e el Giusepp ingenoggiàa
denanz a la cunnetta
de la santa Nativitàa.
Pover el mè Natal de adess!
Se sent in gir che tanta gent
la te rinega tropp de spess,
la voeur lassà de tì pù nient
e mi me senti on gran dolor
se al tò post forsi doman,
invece de ti, festa d’amor,
finiremm cont el fa el Ramadan.
.
              - Emilio Montorfano -
.

Traduzione in lingua italiana:

Povero mio Natale d’oggi!
Da quando io ero piccolo
tu non sei più neppure lo stesso
se vorrebbero togliere il Bambino  
dalla paglia della grotta,
senza più il bue e l’asinello
e tutti quei pastori raggruppati
intorno, sotto un cielo di stelle,
a contemplare la Madonnina
e Giuseppe inginocchiati
davanti alla piccola culla
della santa Natività.
Povero mio Natale d’oggi!
Si sente in giro che tanta gente
vorrebbe lasciare di te proprio più niente
e io mi sento un gran dolore
se, al posto tuo, forse domani
al posto tuo, festa d’amore,
finiremo con fare il Ramadan.
.
da Emilio Montorfano - (Milano)
.